Per la maggior parte dei ricchi, il principale piacere della ricchezza consiste nello sfoggiarla. Adam Smith
avatar

07/03/2014

5 consigli per realizzare il profilo linkedin (prima parte)

di Tiziana Maria Marta

Linkedin, il business social network più famoso, è nato nel 2002 da un’idea di un imprenditore e venture capitalist, Reid Hoffman, e di altri 4 soci.
 
Lungo il nostro percorso nel marketing 2.0 abbiamo già visto gli step essenziali per la definizione della strategia da adottare all’interno della rete professionale più grande al mondo, che vanta oltre 225 milioni di membri in circa 200 Paesi, di cui quasi 6 milioni sono residenti in Italia (“Creare un profilo Linkedin di successo : i 3 step” e “Creare un profilo Linkedin di successo: essere unici”)

Il primo passo per usare Linkedin, qualunque sia la finalità (Creare un profilo linkedin di successo: i 3 step), è creare un profilo incisivo, da cui emerga ciò che ci distingue dai nostri concorrenti, il valore aggiunto che offriamo. Allora non ci resta che chiederci: quali sono le regole chiave da rispettare per realizzare un profilo linkedin di successo?  


1.    Crea un profilo coerente con la finalità e con il target prioritario
La finalità e il target prioritario a cui mi rivolgo dovrà ispirare il profilo, la lingua (italiano o inglese?) con cui lo realizzerò e la modalità con cui dovrò interagire sul social network professionale.  

Ad esempio, se svolgo più di un’attività dovrò realizzare un profilo che evidenzi il valore di quella per cui intendo sviluppare il networking. Come pure se sono un Promotore Finanziario con incarichi manageriali dovrò decidere se il mio target prioritario sono i clienti o i talenti da reclutare: in altri termini, dovrò individuare su quale ruolo focalizzare maggiormente il mio profilo Linkedin.

2.    La prima impressione è quella che conta
Un profilo LinkedIn senza foto mostra chiaramente una mancanza di interesse nel social media.
E’ molto importante inserire una foto che rafforzi la credibilità: ricordiamoci che le persone si fidano di ciò che vedono, per cui evitiamo foto poco professionali e di cattiva qualità.

E’ inoltre centrale la scelta del titolo, ossia della head line che comparirà accanto alla foto in ogni ricerca: deve essere incisiva e rappresentativa del ruolo che vogliamo evidenziare. Vale la pena investire tempo e creatività nella creazione di un titolo potente, che riassuma in modo appropriato i benefici che offriamo ai potenziali clienti.

Nel prossimo post proseguiremo con la lista degli accorgimenti che possono “fare la differenza” per la realizzazione di un profilo linkedin efficace. Nel frattempo mi piacerebbe sapere quale head-line avete scelto o scegliereste per i vostri profili…Confrontiamoci!

Ultimi Post di questo blog

Linkedin e i referral

Linkedin può essere di grandissimo ai...

Qualche suggerimento per il networking su linkedin

Linkedin è uno dei maggiori “poli di ...

5 consigli per realizzare il profilo linkedin (seconda parte)

Proseguiamo con gli accorgimenti da t...

5 consigli per realizzare il profilo linkedin (prima parte)

Linkedin, il business social network ...

Creare un profilo Linkedin di successo : decidere il livello di dinamicità

Dopo aver analizzato i primi due step...

Creare un profilo Linkedin di successo: essere unici

Un altro step importantissimo, troppo...

Creare un profilo Linkedin di successo: i 3 step

Aumentano ogni giorno i Promotori Fin...

I nostri clienti ci “googlano”: come promuoversi sul web

Eccomi! Scusate per l’interruzione ch...

E’ sempre utile costruirsi una identità online?

Il web  può essere funzionale alla cr...

Pubblicare sul Web: l’importanza del Content Marketing

Oggi per un professionista è molto im...

CONTENUTI CORRELATI:
  • Promotori, ecco come si fa per essere leader
    28/03/2014 Promotori, ecco come si fa per essere leader Un volume recentemente edito da Donzelli raccoglie i cosiddetti Commentari di Napoleone, cioè le memorie dettate da Bonaparte ai suoi generali che lo accompagnarono a bordo del vascello inglese Nor...
  • 21/03/2014 La stanza del patrimonio. Quale destinazione? Patrimonio, ricchezza e destinazione! Il senso del nostro accompagnamento per i nostri clienti… Li aiutiamo e li supportiamo nella gestione e nel mantenimento dei sacrifici del proprio lavoro o dei...
  • Promotori, siamo ancora capaci di far sognare?
    28/02/2014 Promotori, siamo ancora capaci di far sognare? Molti autori sono convinti che la vision sia strettamente imparentata con il sogno. Il sociologo Domenico de Masi, ad esempio, sostiene che il tratto essenziale dell’imprenditore non risieda nella ...
HOTTEST: